Gli Earthdefenders nel Calendario Lavazza 2017: “Siamo ciò che abitiamo”

Calendario Lavazza 2017 Denis Rouvre

Vengono dall’Asia i volti e le storie del nuovo calendario Lavazza 2017: al centro ancora loro, gli Earthdefenders, i nuovi eroi moderni. Sono loro che, ogni giorno abitano e vivono la terra, per produrre i suoi frutti e alimentare il vincolo indissolubile che ci unisce ai cicli naturali e all’ambiente, di cui siamo parte. Questo calendario è la terza tappa di una trilogia nata dalla collaborazione tra Lavazza e Slow Food per aiutare e raccontare i “difensori della Terra”: nel 2015 era stato Steve McCurry l’autore delle doMatteo Cacciadici foto che ritraevano uomini e donne dell’Africa. Nel 2016 il calendario «From Father to Son», realizzato dal fotografo canadese Joey L., aveva mostrato immagini di genitori e figli del Sud America, in occasione dell’evento “Terra Madre Giovani”. Adesso è la volta di Denis Rouvre, che ritrae sguardi e luoghi secondo la “geografia dei volti”.

La presentazione del Calendario 2017, nei locali del Museo delle Culture di Milano, è stata introdotta e presentata da Matteo Caccia.

Geografia dei volti

Il calendario è composto da 12 coppie di fotografie affiancate: da una parte il volto di un uomo o di una donna, dall’altra il luogo che abitano. Nelle immagini volti e ambiente vivono in simbiosi, tanto da apparire un tutt’uno anche visivo.

“Durante il viaggio nel Sud Est Asiatico – racconta Denis Rouvreho sentito chiaramente che lì l’ambiente forgia in modo diretto la vita di questi uomini e di queste donne che ogni giorno lavorano e proteggono la loro terra. L’ambiente ne forgia il carattere, ne modella i volti. Sono orgoglioso di aver potuto scavare nelle storie e nelle vite di questi Difensori della Terra e di testimoniare, attraverso la tecnica della ‘geografia dei volti’, come il futuro della Terra passi per il rispetto e il lavoro quotidiano di chi la terra la coltiva”.

“We Are What We Live”

Noi siamDSC02598o ciò che abitiamo. Al centro del Calendario Lavazza 2017 c’è il legame fisico, la simbiosi, tra l’uomo e il suo ambiente: l’uno non può prosperare senza l’altro – racconta Francesca Lavazza, Board Member Lavazza – e i due sono leg
ati così profondamente da condividere soddisfazioni, sofferenze, intemperie, sudore. Emerge chiaramente il reciproco rapporto di difesa e di salvaguardia tra gli agricoltori, gli allevatori, i contadini e l’ambiente che li circonda. È un grande insegnamento per tutti noi, ma è anche e soprattutto un invito a rispettare e a prendersi cura della terra, ad ‘abitarla’ e ad imparare a volerle bene”.

 

L’adattamento ai cambiamenti climatici nel volto e nella storia di un uomo

Nell’immagine di marzo del Calendario Lavazza 2017 un giovane agricoltore pianta nuovi alberi da fusto tra le coltivazioni: serve a filtrare la luce solare, affinc
hé il calore dei raggi non ne comprometta la crescita. A fianco la foresta che contribuisce a proteggere. Tra le principali sfide che gli agricoltori si trovano ad affrontare c’è l’adattamento al clima che cambia: spesso si parla di cambiamenti climatici con numeri, statistiche, grafici che tendono a voler riassumere e rendere comprensibile il fenomeno. I numeri sono sicuramente una rappresentazione corretta del cambiamento in corso, ma a volte sono le storie e le persone a far capire l’intensità di ciò che sta accadendo e quanto noi umani, che a volte ci consideriamo così immersi nella modernità siamo comunque un pezzo, una parte della Natura. Siamo ciò che abitiamo.

C’è differenza tra risiedere in un territorio e abitarlo. Abitare ha un significato più profondo –  Carlo Petrini, presidente e fondatore di Slow Food -, che mette in gioco non solo la nostra relazione materiale con un luogo, ma anche e soprattutto un’intimità di tipo sociale, culturale e spirituale tra uomo e ambiente. Abitare significa avere a cuore un piccolo mondo, significa preoccuparsi di mantenerne l’equilibrio in modo che rimanga bello, pulito, armonioso e accogliente”.

Ascoltare Carlo Pe20160927_111844trini è sempre fonte di ispirazione. Ti riporta con i piedi per terra; anzi, con le mani nella terra: terra da abitare, un luogo dove tessere una relazione con la comunità, la Natura, il clima. Come gli .

Per vedere tutti le immagini del calendario Lavazza 2017 clicca qui.

 

 

Facebook Iconfacebook like buttonYouTube IconSubscribe on YouTubeTwitter Icontwitter follow button